Regolamento

In attuazione a quanto previsto nell’art. 10 “sono competenze del C. D.” lettera a, dello statuto del 09/06/1993, integrato dalle modifiche del 09/01/1996 e del 21/01/2008; il Consiglio Direttivo del Circolo, riunito in assemblea in data 21/01/2008, approva il seguente regolamento d’attuazione.

A) scopi – modalità
In relazione all’art. 2 dello statuto, il C.D. promuove la formazione di appositi Comitati per l’organizzazione e l’esecuzione di iniziative di largo respiro, quali: Mostre Sociali, Giornate della Porta Aperta, Esposizioni tematiche ecc..
I membri del Comitato siano essi Soci e non, sono nominati dal C. D..
All’interno del Comitato, su proposta del C. D. viene eletto un responsabile che coordina l’attività e relaziona allo stesso.
Rimane inteso, che tutti i Soci interessati a ricoprire cariche e responsabilità anche temporanee nei Comitati, possono proporre la loro candidatura al C. D. .
Le spese inerenti le attività organizzate dal Comitato, saranno autorizzate dal C. D., previa presentazione di preventivi.

B) competenze – elezioni
In relazione all’art. 8 dello statuto, lo svolgimento delle elezioni, indette dal Presidente uscente, o in caso di ricusazione, richieste in forma scritta e firmata da almeno il 25% dei Soci iscritti, si articola in:
1 – fino alla elezione del Presidente dell’Assemblea, questa funzione viene demandata al Presidente del Circolo. Egli promuove l’esposizione della relazione finanziaria da parte del Cassiere, richiede la ratifica da parte dei Revisori e la successiva votazione dell’Assemblea. Promuove nelle Assemblee Generali la presentazione ed elezione del Presidente di Assemblea.
2 – il Presidente dell’Assemblea coordina e dirige tutte le fasi delle elezioni ed in particolare:
– nomina il Segretario verbalizzante dell’Assemblea
– controlla che i candidati siano Soci effettivi
– promuove l’elezione degli Scrutatori
– proclama il risultato degli scrutini
3 – hanno diritto di voto nelle Assemblee Generali i Soci in regola con la quota associativa dell’anno precedente.

C) iscrizioni
i Soci si mettono in regola con il pagamento della quota sociale entro la data dell’Assemblea Generale Annuale.

D) premi – mostre
in riferimento agli art. 2 punto c, e art. 10 “sono competenze del C. D” lettera b, dello statuto, il C.D. potrà decidere autonomamente ed a maggioranza semplice dei membri del C. D. , le modalità di erogazione dei premi e dei diplomi, sia in occasione della Mostra Sociale che in tutte le altre manifestazioni indette dal Circolo. Potrà decidere inoltre sul “quantum” dei premi in relazione alla effettiva partecipazione dei Soci espositori e/o Collaboratori alla spirito più che alla lettera della manifestazione.

E) tesseramento c/o altri Circoli
In riferimento all’art. 6, si da mandato al Segretario del Circolo di introitare le quote associative nella misura deliberata dall’assemblea e di passare all’incaricato di settore, i nominativi dei Soci che desiderano l’iscrizione ad altro Circolo, per i successivi adempimenti.
I Soci non potranno richiedere sconti sulla quota da versare, qualora autonomamente si fossero già iscritti ad altro Circolo.

Rovereto, 21/01/2008