Giornata della memoria

Giornata della Memoria 2020

Dal positivo riscontro della mostra “Giornata della Memoria” 2019, tenuta presso la Biblioteca civica di Rovereto, su richiesta dei Docenti del Liceo “Fabio Filzi” la suddetta mostra, anche per il corrente anno viene riproposta in forma aggiornata e rivisitata.
La mostra, curata dal Circolo culturale numismatico filatelico roveretano e il Liceo “Fabio Filzi”, allestita in modo impeccabile dal socio Franco Trentini, presenta veri spaccati di storia vissuta, lettere, cartoline, francobolli, oggetti e audiovisivi che inquadrano quella realtà storica orribile e indimenticabile.
L’inaugurazione e presentazione della mostra è prevista lunedì 27 gennaio ore 10.00. L’occasione prevede la reintegrazione simbolica del proff. Ennio Gallico, titolare della cattedra di Scienze presso lo stesso Istituto; nel 1938 egli venne repentinamente allontanato dalla scuola in seguito alle leggi razziali contro i cittadini italiani ebrei. Alla cerimonia saranno presenti la figlia del prof. Ennio Gallico, la sig.ra Ada Chiara Gallico.
I saluti: Giuseppe Santoli dirigente Liceo F. Filzi e Marco Turella presidente ccnfr
Interverranno:
Sandro Lombardi Commissario del Governo, la signora Ada Chiara Gallico, Francesco Valduga sindaco di Rovereto, Stefano Bisoffi presidente Comunità della Vallagarina, le Forze dell’Ordine CC e PS, Mario Cossali Scrittore e Paolo Tessadri giornalista e storico.
Il curatore della mostra: Franco Trentini

La sede Liceo “Fabio Filzi” succursale di via Tommaseo.
La mostra rimarrà aperta dal 27 al 31 gennaio 2020, sono previste visite guidate e momenti di confronto

L’arte e la memoria

Dal 24 gennaio al 9 febbraio 2020 presso la Biblioteca civica di Rovereto (Corso Bettini, 43) in collaborazione con il Circolo culturale numismatico filatelico roveretano a cura di Cristiano Beccaletto sarà visitabile la mostra

Conferenza e inaugurazione: venerdì 24 gennaio 2020 ore 17.30 – presso la Sala Multimediale
introduce Gianmario Baldi, Direttore della Biblioteca civica, relatore l’artista Cristiano Beccaletto
Temi trattati:
Ottant’anni dalle prime leggi razziali;
L’arte degenerata – Entartete Kunst;
Opere testimoni nel tempo: Michel Fingesten, i Bambini di Terezin, Mail art di artisti contemporanei

La mostra: Sono esposte alcune opere di Michel Fingesten (1883 attuale Repubblica Ceca – 1943 Cerisano CS) artista apolide di origine ebraica esule in Italia, internato a Civitella del Tronto prima e a Ferramonti Tarsia (CS) dove morirà nel 1943 appena dopo la liberazione del campo. All’interno della mostra uno spazio è dedicato a riproduzioni dei disegni realizzati a Terezin dai Bambini internati e ad alcune loro poesie.
A completare il percorso espositivo 25 Mail art realizzate sul tema della Memoria da 15 artisti italiani: Ettore Antonini, Cristiano Beccaletto, Mattia Caruso, Luigi Casalino, Giovanni Daprà, Federica Fiorenzani, Anna Laura Folena, Lanfranco Lanari, Valerio Mezzetti, Marcela Miranda, Ivo Mosele, Francesco Porcelli, Luciano Ragozzino, Fabio Sironi, Elisabetta Viarengo Miniotti. In mostra anche alcune pubblicazioni inerenti alla Shoà. La mail art è una corrente artistica nata negli Stati Uniti nel decennio 1960-1970, che utilizza gli strumenti e i materiali tipici della corrispondenza quali lettere, cartoline, buste, considerando parte integrante dell’opera anche i segni apposti successivamente su di essa dal servizio postale come timbri, francobolli, annotazioni; è detta anche arte postale.
Più indietro nel tempo potremmo trovarne le prime tracce nelle avanguardie storiche del Novecento quando alcuni artisti – fra gli altri Giacomo Balla e Marcel Duchamp – iniziarono ad utilizzare questo tipo di creatività postale che successivamente prese il nome di mail art.

Dal giorno dell’inaugurazione, sul sito della Biblioteca si potrà scaricare il catalogo digitale della mostra.

Cartolina n°63

Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia

Rovereto, 20 novembre 2019

Nel 30° anniversario della firma all’O.N.U.

Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia

GIORNATA DEDICATA AI DIRITTI DELL’INFANZIA – 20 NOVEMBRE 2019 “Dall’idea alla ratifica”
Il Circolo culturale numismatico filatelico roveretano, in collaborazione con il Comune di Rovereto, la Comunità della Vallagarina, della Rounde Table e del Club 41, intendono ricordare il 30° anniversario della “Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia”, firmata nel convegno tenutosi a Rovereto dal 27 al 29 ottobre 1989, ratificata poi dalle Nazioni Unite (New York il 20 novembre 1989) e da quel momento divenuta giornata dedicata all’infanzia.
Ore 11.00 Sala Conferenze della Fondazione Caritro di Piazza Rosmini, Rovereto “La convenzione e la testimonianza” interverranno: Marco Turella Presidente del CCNFR; Francesco Valduga Sindaco di Rovereto; Stefano Bisoffi, presidente della Comunità della Vallagarina; Mattia Cosimo Parisi, Presidente della Round Table Italia; Raffaele Giordani, Presidente Area Sud Mediterraneo Round Table International; Fabio Vacchini Club 41 e Renzo Michelini già sindaco di Rovereto.
Ore 16.00 Corso Bettini, Cupola del MART, “Girotondo dei diritti dei bambini” a cura del Comune di Rovereto, Assessorato all’Istruzione.
Ore 14.00-18.00 Corso Bettini, Biblioteca Civica “G. Tartarotti” Cartolina ricordo e Annullo Postale, a cura del CCNFR. L’iniziativa è aperta a tutta la cittadinanza. Agli intervenuti sarà donata la “Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia”.

Medaglia n°28

25° Mostra Sociale 4-6 ottobre 2019
25° Mostra Sociale 4-6 ottobre 2019

Medaglia dedicata al 30°anniversario della Convenzione Internazionale Sui Diritti Dell’Infanzia

Cartolina n°62

25ª mostra sociale – Rovereto, 4-6 ottobre 2019

XXV mostra sociale. Rovereto 4-6 ottobre 2019

Soggetto: 30°anniversario Convenzione Internazionale Sui Diritti Dell’Infanzia